VAT IT 02075060026
VAT GB 324 484 209
Privacy Policy | Cookie Policy

logo

Comunico Group è un’agenzia di comunicazione con una forte vocazione creativa e una solida esperienza in ambito digital. Opera in campo food, trade e internazionalizzazione con un approccio orientato ai risultati e all’innovazione visuale.

  • ISO 9001:2015 by TÜV Italia
  • Google Partner
  • HubSpot Partner
  • Parte di thenetworkone
  • Socia di UNA
Torino – C.so Svizzera, 185 Bis
Milano – Via Legnone, 4
Vercelli – Via F.lli Laviny, 5
Londra – Arcadia Avenue, N3 2JU

+39 011 7652 621
info@comunicogroup.com

Blog & News
aumentare visite blog aziendale

Aumentare le visite del blog: le 5 migliori strategie

Cerchi un modo per aumentare le visite del tuo blog? Vuoi attirare l’attenzione degli utenti che non conoscono ancora il tuo business e i servizi che offri?

In questo articolo troverai alcuni suggerimenti per incrementare il traffico sul tuo blog in maniera organica, cioè senza ricorrere a metodi a pagamento.

Vuoi aumentare le visite del blog? Procedi per step!

Prima di pensare a come potresti attrarre nuovi visitatori sul tuo blog chiediti quali sono le tue fonti di traffico attuali. Da dove provengono i tuoi visitatori?

Quanti sono quelli che trovano il tuo blog effettuando una ricerca su Google e quelli che invece vi arrivano dopo aver cliccato su un annuncio? Quanti provengono da altri siti web e quanti invece scoprono il tuo articolo grazie a un post condiviso sui social?

Un’analisi accurata dei canali di traffico è indispensabile per elaborare una strategia ad-hoc. Una precisazione va fatta anche sul tipo di traffico: ciò che conta non è aumentare le visite del blog da un punto di vista numerico, ma portare traffico qualificato al sito, cioè utenti interessati a ciò che potresti offrirgli.

Vogliamo essere realistici: per aumentare le visite al blog non ti basterà compiere qualche azione sporadica ma dovrai metterti d’impegno, avere un metodo ed essere costante.

5 trucchi per aumentare le visite del tuo blog in maniera organica

Ecco alcune tecniche di inbound marketing basate sull’ottimizzazione dei contenuti che puoi implementare facilmente sul tuo blog per fare in modo che gli utenti trovino i tuoi articoli in maniera spontanea, cioè senza passare per annunci a pagamento (AdWords, Facebook Ads, ecc.).

1. Pubblica contenuti di valore

Quando scrivi sul tuo blog fai attenzione a non proporre solo articoli a scopo commerciale. I contenuti del blog devono fornire risposte precise alle domande degli utenti.

Perciò il primo passo è selezionare le keywords, le parole-chiave che individuano le tematiche da trattare sulla base delle ricerche effettuate dagli utenti e stilare un piano editoriale.

Una volta che avrai definito gli argomenti, pensa in che modo potresti renderli accattivanti. Proponi una guida testuale o un tutorial, articoli di approfondimento, interviste ad esperti di settore, tratta un argomento da un punto di vista insolito e correda il tutto con immagini ad alta definizione, info-grafiche e contenuti multimediali, rendendo la lettura un rituale piacevole.

Proporre contenuti nuovi è importante, ma non dimenticarti di ottimizzare quelli che hai già pubblicato. Arricchisci i vecchi articoli con informazioni rilevanti e riproponili in una veste nuova. Gli utenti e i motori di ricerca premieranno il tuo impegno.

2. Formatta correttamente il testo

Un testo ben formattato consente agli utenti di coglierne immediatamente il valore. Presta attenzione ai dettagli: suddividi il testo in unità logiche, dai un titolo a ciascun paragrafo, scegli con cura le parole da mettere in evidenza, fai ricorso ai bullet point per evidenziare liste o riassumere punti importanti del discorso.

Alleggerisci la lettura andando spesso a capo ed elaborando frasi brevi e concise. Vai dritto al punto, approfondirai in seguito: se il lettore non troverà immediatamente ciò che cerca, sarà tentato ad abbandonare la pagina prima di averne letto il contenuto.

Cura e valorizza gli elementi grafici e fai in modo che questi siano un incentivo alla lettura. Considera la formattazione del testo come un’arma in più a tua disposizione.

Grazie a questa puoi dare un ordine e un senso a ciò che scrivi, mettere in evidenza i concetti importanti e guidare il lettore nella comprensione del messaggio.

Non esagerare: la formattazione del testo è un equilibrio di diversi elementi. Non vorrai forse ottenere l’effetto contrario e disorientare il lettore?

3. Condividi per essere condiviso

Sfrutta gli strumenti della rete a tuo vantaggio! Inserisci i bottoni social sul tuo blog per incentivare gli utenti a condividere i tuoi articoli. Chiedi loro espressamente di farlo: con una buona call-to-action otterrai sicuramente un maggior numero di condivisioni.

Sfrutta Facebook per stabilire un rapporto diretto con il tuo pubblico: rispondi alle loro domande, fornisci suggerimenti utili, non limitarti a pubblicare articoli facendo un copia incolla dal blog, ma cerca di postare contenuti originali, anche da altre fonti.

Spesso si ha timore nel condividere contenuti che non sono propri (guest blogging). Postare articoli di valore non può che portare benefici al tuo brand, facendoti apparire come autorevole.

Cos’altro puoi fare? Impiega gli hashtag per rendere i tuoi contenuti virali. Se hai un canale YouTube non dimenticarti di inserire in descrizione il link al tuo blog.

Elabora una strategia di comunicazione integrata per fare in modo che il traffico verso il tuo blog provenga da diverse fonti. Crea un network e stringi nuove collaborazioni. Non sai da dove cominciare? Seleziona i blog che potresti arricchire con il tuo contributo e scrivi commenti di qualità (comment marketing).

4. Crea una community aziendale

La tua è una piccola o media impresa? Forse ancora ignori l’importanza di avere intorno a te una community, un gruppo di utenti attivi e interessati al tuo brand.

Esistono moltissimi modi per creare una community aziendale: puoi creare una sezione apposita sul tuo sito web, aprire un gruppo su Facebook o sfruttare gli strumenti della Rete per creare nuovi spazi di interazione.

Il ruolo della community è importantissimo da un punto di vista strategico per amplificare e diffondere i tuoi messaggi. Dopo aver creato una community, non dovrai far altro che informare periodicamente gli utenti sulle ultime novità.

Quale mezzo migliore della newsletter?

La comunicazione a mezzo e-mail è ancora oggi un’ottima fonte di traffico, a patto però che sia ben costruita. Ricordati di inviare la newsletter solamente a coloro che hanno espresso il proprio consenso e che hanno dimostrato interesse per la tua attività. Non dimenticarti di inserire il link per inoltrare la mail ad amici e colleghi.

5. Scrivi articoli SEO-Oriented

Scrivi per gli utenti e ottimizza per i motori di ricerca. Solo così facendo potrai aumentare in breve tempo e senza alcun costo le visite del tuo blog.

Parti dalle ricerche effettuate dagli utenti: analizza gli argomenti più ricercati sul web e le parole-chiave digitate dagli utenti quando effettuano una ricerca sul tuo blog.

Fatto ciò, elabora contenuti pertinenti per posizionarti in alto per quelle chiavi di ricerca. Crea un piano editoriale e pubblica nuovi articoli con regolarità.

I motori di ricerca premiano i blog che propongono contenuti sempre nuovi e aggiornati.

Altre azioni che puoi compiere sono ottimizzare:

  • i meta-tag,
  • i title,
  • le description,
  • gli URL,
  • le immagini,
  • il template del blog.

Fai in modo che i tuoi articoli linkino a fonti autorevoli e assicurati di ricevere altrettanti link di valore in entrata. Ogni elemento all’interno dell’articolo dovrà essere ottimizzato per i motori di ricerca.

Se non hai competenze in ambito SEO, rivolgiti a un’agenzia di comunicazione o a un consulente SEO che saprà guidarti per ottenere il massimo. Oggi le battaglie si compiono a colpi di SEO: chi si posiziona più in alto è destinato inevitabilmente ad avere successo.

Non esiste una formula magica per aumentare le visite del blog in maniera organica.

Portare traffico qualificato al proprio sito web è un lavoro continuo di tecnicatest e ottimizzazione. Agire in una sola direzione non è mai la strategia migliore.

Se vuoi ottenere risultati concreti, ti suggeriamo di integrare diverse tecniche di ottimizzazione dei contenuti, tenendo presente che i criteri usati dai motori di ricerca per indicizzare le pagine web variano continuamente.

Se saprai stare al passo con i cambiamenti in ambito SEO e sarai costante, non dovrai attendere molto prima di vedere i primi risultati.

 

Sei interessato a creare una strategia di lead generation efficace?

 

CONTATTACI

No Comments

Post a Comment

14 − sette =

CONTATTACI