VAT IT 02075060026
VAT GB 324 484 209
Privacy Policy | Cookie Policy

logo

Comunico Group è un’agenzia di comunicazione con una forte vocazione creativa e una solida esperienza in ambito digital. Opera in campo food, trade e internazionalizzazione con un approccio orientato ai risultati e all’innovazione visuale.

  • ISO 9001:2015 by TÜV Italia
  • Google Partner
  • HubSpot Partner
  • Parte di thenetworkone
  • Socia di UNA
Torino – C.so Svizzera, 185 Bis
Milano – Via Legnone, 4
Vercelli – Via F.lli Laviny, 5
Londra – Arcadia Avenue, N3 2JU

+39 011 7652 621
info@comunicogroup.com

Blog & News
comunicazione ambientale

Comunicazione ambientale: promuovere lo sviluppo sostenibile

In questo articolo capirai l’importanza, per un’azienda, di promuovere comportamenti a favore della tutela ambientale.

Ti renderai conto di come pianificare le proprie attività di comunicazione consenta, da un lato di informare gli stakeholder sulle misure intraprese per ridurre il proprio impatto ambientale e dall’altro di raggiungere importanti obiettivi strategici.

Il ruolo dell’informazione e della comunicazione ambientale

Comunicazione ambientaleIl 2015 è stato l’anno dell’Expo, l’esposizione universale che ha avuto come tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.
Nel corso della manifestazione le tematiche climatiche e ambientali e quindi quelle della comunicazione ambientale, sono state al centro di numerosi dibattiti.

Oggi l’attenzione e la sensibilità verso questi temi è alta e chi svolge un’attività economica, qualunque essa sia (industriale, creativa, sociale, ecc.), non può più ignorare l’impatto ambientale.

Le aziende debbono valutare come la propria attività influisce sull’ambiente ed attuare delle strategie compensative.

Dal punto di vista ambientale e sociale, comunicare le scelte compiute e i risultati raggiunti è fondamentale. Oggi i consumatori sono più attenti, informati e consapevoli rispetto al passato, e premiano chi si impegna concretamente a favore dell’ambiente.

Gli aspetti ambientali sono infatti tra i principali fattori che i consumatori prendono in considerazione e sui quali desiderano essere informati e rassicurati.

A livello internazionale si è parlato per la prima volta di diritto all’informazione ambientale con la Convenzione di Aarhus nel 1998.

Per comunicazione ambientale intendiamo l’insieme delle strategie di comunicazione promosse da enti, aziende ed organizzazioni per informare sull’impatto ambientale delle proprie azioni.

Si tratta di strategie volte a costruire un immaginario e uno scenario ambientale legato ad uno specifico marchio o prodotto.

Perché fare comunicazione ambientale?

Oggi la comunicazione ambientale rappresenta un’opportunità per le aziende, anche in vista degli incentivi economici europei. Comunicare il proprio impegno ambientale in maniera trasparente, chiara ed efficace, consente alle aziende di trarre innumerevoli vantaggi.

Comunicazione ambientaleÈ infatti possibile:

  • migliorare e rafforzare la propria immagine aziendale presso tutti gli stakeholder (consumatori, clienti attuali e futuri, opinione pubblica);
  • determinare un vantaggio competitivo, facendosi conoscere sotto un aspetto diverso (per l’appunto quello ambientale) dai propri stakeholder;
  • mantenere un’elevata credibilità in particolari situazioni di crisi, quando cioè si verificano guasti, incidenti o veri e propri disastri ambientali, o in casi di opinione pubblica avversa.

Attivare progetti e iniziative favorevoli all’implementazione di un corretto utilizzo delle risorse naturali e comunicare con i propri stakeholder consente alle aziende di acquisire autorevolezza, che si traduce in una maggiore fiducia e credibilità nel medio-lungo periodo.

Politica ambientale e strumenti di comunicazione

La comunicazione ambientale interviene e risulta fondamentale in innumerevoli casi, laddove vi è una politica ambientale aziendale con una precisa linea strategica che si intende rendere pubblica.

Comunicazione ambientalePer esempio, se ci si trova in possesso di certificazioni ambientali atte a dimostrare che l’organizzazione ha un sistema di gestione adeguato per tenere sotto controllo l’impatto ambientale della propria attività e ne ricerchi il miglioramento, come la ISO 14001 che identifica uno standard di gestione ambientale (SGA) o l’EMAS – Eco-Management and Audit Scheme (certificazioni di sistema); oppure il marchio europeo EU Ecolabel o l’EPD8 – Environmental Product Declaration (certificazioni di prodotto).

La famiglia delle certificazioni ISO 14000 sono un ottimo strumento per capire come creare e mantenere un sistema di gestione ambientale in un’ottica di riduzione del proprio impatto.

Tra gli strumenti utilizzati dalle imprese per comunicare le azioni intraprese e i risultati ottenuti vi sono i report di sostenibilità e i report di analisi con l’LCA (Life Cycle Assessment), il metodo che valuta le interazioni che un prodotto o un servizio ha con l’ambiente considerandone l’intero ciclo di vita.

È possibile comunicare anche attraverso il packaging di prodotto, divulgando per esempio informazioni legate alle caratteristiche di eco-compatibilità del prodotto stesso.

Comunicazione ambientale: quando è obbligatoria?

Con la Convenzione di Aarhus nel 1998, l’Unione Europea e L’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) hanno stabilito che, per garantire la democrazia ambientale, i governi devono:

  • garantire ai cittadini l’accesso alle informazioni ambientali;
  • favorire la partecipazione dei cittadini alle attività decisionali che possono avere effetti sull’ambiente;
  • estendere le condizioni per l’accesso alla giustizia.

 

Secondo i principi stabiliti con la Convenzione di Aarhus, in casi particolari le organizzazioni sono tenute a divulgare informazioni in merito alle proprie prestazioni ambientali, come chi ha aderito all’EMAS10 (Environmental Management and Audit Scheme), il sistema comunitario per la valutazione ed il miglioramento dell’efficienza ambientale; o chi svolge attività industriali che hanno un impatto ambientale importante (inceneritori, acciaierie, rigassificatori, ecc.) e sono soggette alle procedure di VIA(valutazione dell’impatto ambientale), VAS (valutazione ambientale strategica), e/o AIA (autorizzazione integrata ambientale).

Pianificare la propria attività di comunicazione per promuovere la comunicazione ambientale

Fare comunicazione ambientale presuppone, al pari di qualunque altra attività di business, un’attenta pianificazione.
Non basta rendere noto il proprio impegno verso l’ambiente ma occorre programmare e gestire le azioni di comunicazione per raggiungere determinati obiettivi strategici.

In particolare, bisogna:Comunicazione ambientale

  • definire una propria politica ambientale e dei macro-obiettivi (alta direzione);
  • definire una strategia ambientale e degli obiettivi da perseguire (manager aziendali);
  • selezionare gli strumenti di comunicazione più appropriati per raggiungere il target di riferimento (e valutare la tipologia e il livello di approfondimento dell’informazione, il linguaggio da adottare, l’impostazione);
  • stabilire il budget e le tempistiche di intervento;
  • analizzare i risultati ottenuti e gli obiettivi raggiunti.

Infine la comunicazione ambientale può essere istituzionale e/o di marketing, a seconda che l’obiettivo sia informare su temi ambientali per rispondere ad un reale bisogno di conoscenza o per valorizzare i propri prodotti e servizi.

Appare evidente come la comunicazione ambientale rappresenti una leva strategica e un’opportunità competitiva per le aziende, che attraverso la pianificazione delle attività di comunicazione possono creare o rafforzare la propria immagine aziendale.

Tutte le aziende possono aver bisogno di un’oculata gestione della propria immagine ambientale e di comunicarla al meglio.

Una valida guida è rappresentata dalla norma ISO 14063, a supporto della famiglia delle ISO 14000 sugli standard qualitativi ambientali.

Tra i principi che dovrebbero ispirare qualunque strategia di comunicazione ambientale: l’appropriatezza, la chiarezza, la trasparenza, la credibilità e l’esaustività dell’informazione.

Sei interessato a creare o rinnovare l’identity della tua azienda?

CONTATTACI

No Comments

Post a Comment

CONTATTACI