VAT IT 02075060026
VAT GB 324 484 209
Privacy Policy | Cookie Policy

logo

Comunico Group è un’agenzia di comunicazione con una forte vocazione creativa e una solida esperienza in ambito digital. Opera in campo food, trade e internazionalizzazione con un approccio orientato ai risultati e all’innovazione visuale.

  • ISO 9001:2015 by TÜV Italia
  • Google Partner
  • HubSpot Partner
  • Parte di thenetworkone
  • Socia di UNA
Torino – C.so Svizzera, 185 Bis
Milano – Via Legnone, 4
Vercelli – Via F.lli Laviny, 5
Londra – Arcadia Avenue, N3 2JU

+39 011 7652 621
info@comunicogroup.com

Blog & News
creare una campagna pubblicitaria

Come creare una campagna pubblicitaria di successo

Non sai quali canali utilizzare per sponsorizzare i tuoi prodotti o servizi? Vuoi conoscere tutti i segreti per creare campagne pubblicitarie efficaci?

n questo articolo scoprirai come progettare e pianificare le tue campagne pubblicitarie per massimizzare i profitti e raggiungere i tuoi obiettivi di marketing.

La soluzione migliore, però, è sempre affidarsi a dei professionisti. Se vuoi vedere degli esempi concreti di campagne pubblicitarie di successo, con risultati tangibili e misurabili, scopri le case history di Comunico Group.

Come si crea una campagna pubblicitaria: tutto quello che devi sapere

Le campagne pubblicitarie (o advertising campaigns) sono l’insieme delle azioni pubblicitarie dirette ai consumatori e programmate secondo precisi piani di marketing.

Le campagne pubblicitarie possono essere pianificate per diversi scopi: sviluppare la brand awareness, rafforzare l’immagine di marca, incrementare le vendite di un prodotto, lanciare una nuova linea sul mercato, posizionare il proprio prodotto rispetto alla concorrenza.

A seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere e del tipo di messaggio veicolato, si parla di campagne pubblicitarie istituzionali, pilota/di lancio, di immagine o di posizionamento.

Le campagne pubblicitarie risultano più efficaci rispetto alla diffusione di singoli annunci perché i messaggi divulgati attraverso i diversi media puntano ad un unico obiettivo. A patto però che questi siano coerenti e coordinati.

Come si uniforma un messaggio? 

Esistono diverse strategie. Le più comuni sono sfruttare la presenza di un testimonial oppure ricorrere ad uno slogan, un jingle sonoro o uniformare lo stile dei messaggi da un punto di vista grafico e linguistico.

I consumatori hanno solitamente una soglia di attenzione bassa nei confronti dei messaggi pubblicitari, ma se questi sono ben confezionati e “colpiscono” il target-bersaglio nel momento opportuno, riescono comunque ad ottenere gli effetti desiderati.

La pubblicità come mezzo per informare, persuadere e sviluppare la brand identity

Talvolta le campagne pubblicitarie hanno l’obiettivo di informare il consumatore circa l’esistenza di un prodotto, altre volte si propongono di influenzare le preferenze dei consumatori, altre ancora di promuovere il mondo di valori che sta dietro al brand.

Dunque, i messaggi pubblicitari possono assolvere ad una o più delle seguenti funzioni:

  • Funzione informativa. Raramente il messaggio pubblicitario si presenta come pura e semplice informazione anche se in alcuni settori, come quello tecnologico, le caratteristiche di un prodotto possono essere discriminanti nella scelta finale. Ad ogni modo, è importante che vengano espresse in maniera chiara le potenzialità del prodotto e il bisogno che è in grado di soddisfare.
  • Funzione persuasiva. Si tratta indubbiamente della funzione più importante del linguaggio pubblicitario in quanto l’obiettivo ultimo di qualunque campagna è di indurre il consumatore a compiere un’azione. Ecco che spesso nelle pubblicità compare l’imperativo (es. “Passa a Vodafone”, “Bevi Coca-Cola”, ecc.). Il tono confidenziale serve a ridurre le distanze che separano brand e consumatore e conquistare la sua fiducia.
  • Funzione identitaria. Talvolta le aziende sfruttano il mezzo pubblicitario per costruirsi una brand identity solida e immediatamente riconoscibile. Si punta in questo caso a favorire il ricordo della comunicazione pubblicitaria e a consolidare la brand awareness. La funzione identitaria può essere più o meno evidente all’interno del messaggio pubblicitario, ma è sempre presente.

Un’azienda, infatti, dal momento in cui lancia una campagna pubblicitaria non può non influenzare la percezione del brand.

Perché abbiamo elencato queste funzioni? Perché avere ben chiaro quale tipo di messaggio si vuole divulgare e quale reazione si intende suscitare nel destinatario è importante per pianificare una strategia di successo che, come vedremo, sarà lo step successivo.

Come nasce e si crea una campagna pubblicitaria: 4 step

creare una campagna pubblicitariaPer creare una campagna pubblicitaria di successo è indispensabile sviluppare un piano di marketing. La creatività fine a sé stessa non porta da nessuna parte se non è supportata da una valida strategia.

Come pianificare una campagna di advertising? Procediamo per step:

1. Analisi e definizione degli obiettivi

Per creare una campagna pubblicitaria occorre innanzitutto conoscere a fondo il prodotto, il target, il mercato, quali sono le proprie esigenze produttive e gli obiettivi commerciali.

Vuoi incrementare la brand awareness? Realizzare volumi di vendita immediati? Fidelizzare i tuoi clienti? Attrarne di nuovi?

2. Ideazione dei contenuti della campagna pubblicitaria

È la fase creativa, in cui si definiscono le argomentazioni pubblicitarie. Per essere efficace una campagna deve concentrarsi su un unico messaggio. Questo dovrà essere confezionato in maniera diversa per essere declinato nelle varie forme di comunicazione.

3. Scelta dei canali e delle modalità di divulgazione.

La fase successiva è la scelta dei canali da utilizzare per veicolare il messaggio pubblicitario. Per gestire le modalità con cui verrà diffuso il messaggio (media planning) occorre tenere conto degli obiettivi, del target e del budget che si ha a disposizione.

4. Monitoraggio dei risultati.

creare una campagna pubblicitariaL’ultima fase è quella di raccolta dei dati per capire se la strategia adottata è risultata efficace oppure no. Si tratta di un passaggio importante anche per valutare le risorse spese e il rientro degli investimenti profusi nella campagna.

Come scegliere i canali di comunicazione giusti?

Un discorso che merita di essere approfondito è la scelta dei canali di comunicazione.

Meglio optare per i tradizionali canali offline o per quelli online? Oppure conviene integrare i due?

Sarebbe sbagliato generalizzare, ogni campagna è a sé. Un suggerimento sempre valido, però, è quello di riflettere su due elementi: il target e le caratteristiche di ciascun mezzo.

Dove si trova il tuo target? Quali sono le potenzialità e i limiti di ciascun canale? Scopriamoli insieme!

  • La televisione. Consente di raggiungere un pubblico molto vasto, ha un elevato potere evocativo ed emozionale, la comunicazione è unidirezionale, non permette di differenziare/personalizzare la comunicazione;
  • La radio. Permette di raggiungere un target mirato localizzato in particolari aree geografiche, agisce come motivo di ricordo del messaggio pubblicitario, ha un costo contenuto rispetto ad altre forme di comunicazione;
  • Il cinema. Consente di differenziare il target per località geografica, permette di realizzare spot creativi e coinvolgenti sfruttando tecnologie come il 3D, si rivolge ad un pubblico “più attento”;
  • I giornali. Raggiungono un pubblico vasto ed eterogeneo, consentono di rivolgersi ad un target specifico (riviste settoriali), offrono una grande immediatezza in termini di comunicazione, hanno un basso coinvolgimento;
  • I dépliant, i volantini, i flyer, i cartelloni. Permettono di raggiungere un target mirato, consentono di misurare con facilità l’impatto del messaggio pubblicitario e il ritorno dell’investimento, richiedono un basso costo;
  • Il web. È immediato, consente di parlare ad un pubblico mirato, ha un elevato potere di coinvolgimento, la comunicazione è bidirezionale, offre strumenti di analisi approfonditi per misurare gli effetti e i risultati della campagna pubblicitaria.

Destreggiarsi nell’affascinante quanto complesso mondo della pubblicità non è facile.

Qual è il segreto per creare campagne pubblicitarie di successo?

Molto dipende dalla capacità di catturare l’attenzione del consumatore, mantenere alto l’interesse, far crescere in lui un desiderio latente per poi spingerlo all’azione.

Oggi questo viene fatto in campo pubblicitario attraverso lo storytelling, che possiamo definire come il racconto del prodotto in senso ampio, facendo cioè riferimento a tutti quegli aspetti legati al prodotto che definiscono il suo universo valoriale.

Esistono diverse strategie nell’advertising che sfruttano lo storytelling per far leva sulle emozioni che, come sappiamo, sono una componente strategica importante nelle decisioni di acquisto.

Creatività, stile, chiarezza e semplicità dei contenuti: sono questi gli ingredienti per creare un racconto pubblicitario efficace e coinvolgente, che continui a vivere al di là del manifesto affisso in strada o dello spot trasmesso in tv.

Sei interessato a creare una campagna ADV per la tua azienda?

CONTATTACI

No Comments

Post a Comment

14 + tredici =

CONTATTACI