VAT IT 02075060026
Privacy Policy | Cookie Policy

logo

Comunico Group è un’agenzia di comunicazione con una forte vocazione creativa e una solida esperienza in ambito digital. Opera in campo food, trade e internazionalizzazione con un approccio orientato ai risultati e all’innovazione visuale.

  • ISO 9001:2015 by TÜV Italia
  • Google Partner
  • HubSpot Partner
  • Parte di thenetworkone
  • Socia di UNA
Torino – C.so Svizzera, 185 Bis
Milano – Via Legnone, 4
Vercelli – Via F.lli Laviny, 5
Londra – Arcadia Avenue, N3 2JU

+39 011 7652 621
info@comunicogroup.com

Blog & News
progettazione stand fieristici

Progettazione di Stand Fieristici: Promuovere il tuo Business

Hai in calendario una fiera e vuoi lasciare un ricordo ai tuoi visitatori che non si esaurisca nel breve tragitto per raggiungere lo stand successivo? In questo articolo scoprirai come offrire, attraverso la progettazione e l’allestimento del tuo stand, un’esperienza di visita altamente coinvolgente.

Gli eventi fieristici: l’occasione per promuovere il tuo business

Oggi le fiere offrono enormi opportunità a piccole e grandi aziende per farsi conoscere e consolidare la propria presenza nel mercato. Gli eventi fieristici costituiscono un importante luogo d’incontro, dove condividere idee, fare networking e stringere collaborazioni. Che si tratti di fiere business to consumer o business to business poco importa, sono occasioni importanti per promuovere il proprio business e ampliare la rete di contatti.

Emergere non è semplice: i visitatori in fiera ricevono moltissimi stimoli, non è facile catturare la loro attenzione e fare in modo che trascorrano del tempo all’interno dello stand. Per questo è importante dare un valore aggiunto al proprio stand, facendo in modo che esca dall’anonimato. In altre parole, lo stand espositivo non deve semplicemente esistere ma deve comunicare qualcosa al visitatore.

Progettazione di stand fieristici: valorizzare gli spazi

progettazione di stand fieristici

La progettazione di stand fieristici passa per l’immaginazione e l’organizzazione dello spazio espositivo per raggiungere uno o più obiettivi.

Si vuole focalizzare l’attenzione su una nuova linea di prodotto?

Si intende offrire una nuova esperienza di consumo per fidelizzare la clientela? Si desidera che i visitatori si intrattengano a lungo all’interno del proprio stand?

A seconda dello scopo, si potrebbe pensare di allestire un’area di accoglienza, predisporre un angolo bar o di ristoro, creare percorsi di visita tematici, installare ausiliari multimediali, prevedere modalità di comunicazione interattive.

Le possibilità offerte da uno stand fieristico sono pressoché infinite, tutto sta nella capacità di intuirne le potenzialità e di pianificare attentamente l’organizzazione degli spazi. Creare un’immagine finalizzata ai propri scopi è il primo passo per sottolineare la propria presenza in fiera. E per farlo, occorre stabilire con chiarezza cosa si vuole comunicare, come presentare i propri prodotti e/o servizi, come gestire il personale e la logistica e in che modo incuriosire i visitatori.

Esigenze espositive e d’immagine nella progettazione di stand fieristici

La progettazione di stand fieristici deve soddisfare esigenze espositive e d’immagine. Se da un lato lo stand deve essere un valido supporto logistico alle attività da svolgere al suo interno, dall’altro la scenografia deve essere adatta alla presentazione dei prodotti dell’azienda, rispettando stile e strategie di comunicazione.

Tenere presente questi due aspetti è fondamentale per trasformare la propria presenza in fiera in comunicazione.

Lo stand fieristico è espressione dell’identity aziendale e l’aspetto comunicativo non deve essere trascurato. Forme, linee, colori, grafiche devono richiamare nella mente del visitatore gli elementi identificativi aziendali. La fiera può essere l’occasione giusta per consolidare, aggiornare o rilanciare l’immagine aziendale. Quanto alla progettazione di stand fieristici, questi debbono concorrere a creare l’atmosfera ideale per intensificare un’esperienza mirata alla promozione del Brand.

Pianificare, progettare e allestire spazi espositivi

progettazione di stand fieristiciLa progettazione di stand fieristici implica un’attenta pianificazione per valutare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. A grandi linee possiamo identificare due macro-fasi:

  • Brainstorming e definizione del concept. È il momento di pensare, sviluppare le idee, valutare le alternative e compiere scelte definitive. In questa fase si affrontano questioni tecniche come le caratteristiche costruttive, le dimensioni dello stand, la gestione e suddivisione degli spazi (aree tematiche e funzionali) e il percorso di visita.
  • Allestimento dello spazio espositivo. È il momento in cui si concretizzano le scelte compiute in fase di brainstorming e definizione del concept. Lo stand prende forma attraverso materiali, complementi d’arredo, componenti costruttive, oggetti scenici, ausiliari multimediali, profumi, effetti sonori.

Che si decida di optare per una soluzione a noleggio (che consente un notevole risparmio economico e una discreta libertà espressiva) o personalizzata (che permette di ideare soluzioni creative in funzione delle proprie esigenze), non si deve mai dimenticare che lo stand è una vetrina che dev’essere allestita a propria immagine e somiglianza.

“Il compito delle esposizioni future sarà quello di intensificare la nostra vita”
Ludwig Mies van der Rohe, architetto e designer

Nuove modalità di comunicazione: l’experiential marketing

progettazione di stand fieristiciAbbiamo parlato a lungo dell’importanza di progettare e allestire uno stand fieristico che rispecchi la propria identità aziendale e che sia esteticamente attraente. Per trasformare però la propria presenza in fiera in comunicazione non bisogna limitarsi a costruire uno stand bello. Occorre coinvolgere il visitatore, offrirgli un’esperienza unica.

In altre parole, è necessario far vivere al visitatore l’esperienza del brand, immergerlo nel mondo di prodotto.

In che modo possiamo creare una connessione emotiva tra visitatore e brand? Utilizzando per esempio le tecniche del marketing emozionale o experiential marketing, con le quali è possibile generare nel visitatore diverse tipologie di esperienza:

  1. Sense Experience. Sono le tradizionali esperienze sensoriali in cui si stimola la vista, l’udito, il gusto, il tatto e l’olfatto;
  2. Feel Experience. Sono le esperienze che coinvolgono le emozioni e i sentimenti del visitatore;
  3. Think Experience. Sono le esperienze creative e cognitive che generano un’interazione, per l’appunto cognitiva, con i prodotti e i servizi;
  4. Act Experience. Sono le esperienze che coinvolgono la fisicità del visitatore, per esempio cambiando il suo modo di agire e sperimentando cose nuove;
  5. Relate Experience. Sono le esperienze relazionali, dove il consumatore si mette in relazione con gli altri e sviluppa l’appartenenza ad un gruppo.

La progettazione di stand fieristici deve tenere conto di tutti questi aspetti e concorrere a creare l’atmosfera ideale per intensificare un’esperienza. Un modo per generare interazioni coinvolgenti tra espositori e visitatori potrebbe essere quello di predisporre all’interno del proprio stand aree attrezzate con smart-station e portali interattivi.

Come abbiamo visto, lo stand fieristico non è solo un supporto logistico ma concorre a creare l’atmosfera ideale per promuovere il proprio Brand. Allo stand espositivo spetta il compito di attrarre il visitatore e veicolare un messaggio. Per trasformare la presenza in fiera in comunicazione occorre pianificare la progettazione e l’allestimento del proprio stand nei minimi dettagli, prevedendo canali e modalità di interazione.

Ciascun visitatore è un potenziale cliente: creare uno spazio accogliente e stimolante è fondamentale per stabilire nuovi contatti e sfruttare il potenziale offerto dalla fiera.

Sei interessato a progettare ed allestire il tuo stand per partecipare ad una fiera?

CONTATTACI

No Comments

Post a Comment

CONTATTACI