VAT IT 02075060026
VAT GB 324 484 209
Privacy Policy | Cookie Policy

logo

Comunico Group è un’agenzia di comunicazione con una forte vocazione creativa e una solida esperienza in ambito digital. Opera in campo food, trade e internazionalizzazione con un approccio orientato ai risultati e all’innovazione visuale.

  • ISO 9001:2015 by TÜV Italia
  • Google Partner
  • HubSpot Partner
  • Parte di thenetworkone
  • Socia di UNA
Torino – C.so Svizzera, 185 Bis
Milano – Via Legnone, 4
Vercelli – Via F.lli Laviny, 5
Londra – Arcadia Avenue, N3 2JU

+39 011 7652 621
info@comunicogroup.com

Blog & News
seo copywriting

Seo copywriting: le 9 regole indispensabili per scrivere sul web

Segui queste 9 regole del SEO Copywriting per acquisire visibilità online e posizionare il tuo sito su Google, promuovi la tua azienda da oggi.

SEO Copywriting: cos’è?

Il SEO Copywriting (Serch Engine Optimization Copywriting) è la tecnica di scrittura per il web che consente di ottimizzare testi per i motori di ricerca. Con questo termine si intendono l’insieme delle pratiche per ottimizzare una pagina web, cioè per fare in modo che sia ben indicizzata e che compaia nelle prime pagine dei motori di ricerca.

Dunque l’obiettivo di chi fa SEO Copywriting è scalare le SERP, le pagine dei risultati che si ottengono interrogando un motore di ricerca come Google.

L’errore che però molti web writers commettono è di scrivere unicamente per i motori di ricerca, dimenticandosi che dietro allo schermo ci sono persone in carne ed ossa. Ottimizzare i testi è importante, ma lo è altrettanto soddisfare le esigenze del lettore offrendo contenuti originali e di qualità.

Un abile SEO copywriter possiede competenze specifiche in materia di SEO e sa trovare il giusto equilibrio per ottenere la migliore rilevazione del sito dai motori di ricerca senza rinunciare ai contenuti di valore.

Tecniche di scrittura SEO e Content Marketing

Il primo compito di chi fa SEO è selezionare le parole chiave in un determinato ambito. La scelta va compiuta dopo un’accurata analisi di settore e considerando almeno 3 fattori: la frequenza di ricerca della parola chiave, la concorrenza e la coda (la lunghezza della keyword).

Esistono particolari software, come Keyword PlannerKeyword Tool e SEMrush, che consentono di analizzare le keywords e definire il volume di ricerca di una parola chiave. Sulla base di queste ricerche il SEO Copywriter determina gli argomenti da trattare ed elabora un piano editoriale.

Fare SEO Copywriting non vuol dire solo saper scegliere le keywords giuste, ma anche creare contenuti di qualità. Per essere considerati tali, i contenuti devono essere:

  • originali (Google riconosce e penalizza i testi copiati da altri siti internet),
  • rilevanti (d’interesse per il lettore),
  • utili (rispondenti ad un’esigenza reale),
  • specifici (senza trattare un argomento in maniera superficiale),
  • completi (l’articolo deve fornire tutte le informazioni utili per il lettore).

La domanda che un SEO Copywriter deve porsi prima di iniziare a scrivere è:

“Che cosa cercano gli utenti in rete?”

Copywriting in ottica SEO: Obiettivi

Scrivere bene e offrire contenuti di qualità è importante ma non è sufficiente per acquisire maggiore visibilità online. I contenuti devono essere ottimizzati per fare in modo che la pagina web possa comparire nelle prime pagine dei motori di ricerca. L’obiettivo di chi fa SEO Copywriting è raggiungere l’audience.

Scrivere contenuti per il web richiede competenze specifiche, diverse da chi scrive per la carta stampata. Conoscere le tecniche di scrittura SEO è fondamentale per posizionare il proprio sito internet su Google e acquisire una maggiore visibilità.

Vuoi sapere come rendere un contenuto Google friendly? Proseguendo la lettura di questo articolo scoprirai alcune semplici regole per ottimizzare un testo online e scalare le SERP.

Seo copywriting checklist: 9 regole per ottimizzare un testo online

seo copywriting

1. Il titolo dell’articolo (tag title)

Nell’indicizzare le pagine web Google presta molta attenzione a tag title che deciderai per il tuo articolo. Pertanto è bene inserire nel titolo la parola chiave, meglio se all’inzio. La lunghezza del titolo deve essere di massimo 70 caratteri, per controllare questa lunghezza consiglio di utilizzare il tool di seomoz che permette di visualizzare l’anteprima del risultato che verrà visualizzato sulla SERP di Google.

2. La meta description

La meta description è il testo che compare sotto al titolo dell’articolo nei risultati di Google e che riassume il contenuto dell’articolo. Questa non deve superare i 156 caratteri, deve contenere la parola chiave e deve essere accattivante, perché ha come scopo quello di spingere l’utente a cliccare sul link per leggere l’articolo. Puoi controllare la lunghezza della tua meta description grazie all’utilizzo di questo utilissimo tool online.

3. I titoli dei paragrafi (h1, h2, h3, h4)

Dividere il testo in paragrafi è funzionale non solo in ottica SEO, ma anche per agevolare l’utente nella lettura e comprensione del testo. Come per il titolo dell’articolo e la meta description, è bene che anche i titoli dei paragrafi ed eventuali sotto-paragrafi (H1, H2, H3, H4, ecc.) contengano la parola chiave.

4. Il corpo dell’articolo SEO oriented (body text)

Di seguito alcuni suggerimenti pratici su come ottimizzare il corpo centrale di un articolo per il web:

  • ripetere la parola chiave (senza esagerare, evitando di incombere nel rischio “keyword stuffing”);
  • accertarsi che la parola chiave sia ripetuta nelle prime 100 parole;
  • evidenziare la parola chiave (e le parole importanti) in grassetto, corsivo e sottolineato;
  • utilizzare keyword correlate, come sinonimi e contrari (la capacità di Google di determinare il valore di un articolo esaminando altre parole oltre alla parola chiave è conosciuto come Latent Semantic Indexing);
  • inserire contenuti multimediali (immagini, disegni, gif, video);
  • inserire qui e là citazioni, elenchi puntati e numerati,
  • utilizzare il plugin Seo Yoast per ottimizzare i tag della pagina,
  • inserire alla fine dell’articolo una call to action per portare l’utente a lasciare la mail in cambio di una risorsa utile, consulenza, coupon o documento gratuito.

5. Le immagini

Oltre a rendere più scorrevole la lettura di un testo, le immagini hanno un ruolo importante anche a livello SEO. E’ importante poi ottimizzare la parola chiave nel tag “alt” per migliorare l’indicizzazione della pagina web e scalare le SERP di Google Immagini.

6. I link interni ed esterni

È bene inserire all’interno del testo dei link di approfondimento che rimandano a fonti autorevoli (es. Wikipedia) o di settore (2-3 link al massimo). È consigliabile aggiungere anche link interni che conducono ad altre pagine del sito, comunicando sempre con chiarezza la pagina di destinazione.

7. L’URL della pagina

L’URL deve essere chiaro e semplice, senza alcun carattere o stringa numerica all’inizio e alla fine. L’ideale è che sia composto dal nome di dominio seguito da parole chiave pertinenti al contenuto della pagina. Nell’URL è bene evitare “stop words” come articoli e congiunzioni.

8. La lunghezza degli articoli

Google premia gli articoli lunghi e di approfondimento rispetto agli articoli con poco testo. Perciò è consigliabile scrivere articoli di almeno 1.000-1.500 parole. Non solo i motori di ricerca, ma anche gli utenti apprezzeranno articoli più lunghi purché siano interessanti, avvincenti e di qualità.

In una parola: di valore.

9. La frequenza di pubblicazione

Pubblicare contenuti di qualità con costanza è importante sia per i motori di ricerca sia per fidelizzare gli utenti in rete. Pertanto è bene redigere un piano editoriale per la pubblicazione degli articoli del proprio sito internet e rispettarlo.

Come abbiamo visto, per acquisire una maggiore visibilità online e posizionare il proprio sito internet su Google è importante non solo scrivere contenuti di qualità, ma anche conoscere le tecniche di scrittura SEO.

Trovare il giusto equilibrio tra creatività e tecnica ti consentirà di raggiungere ottimi risultati aumentando il numero dei visitatori sul tuo sito. Attraverso software, strumenti di analisi e test dei risultati facilmente reperibili online potrai monitorare le attività svolte e verificare l’efficacia delle azioni intraprese.

 

Sei interessato ad ottimizzare la visibilità del tuo sito web?

CONTATTACI

No Comments

Post a Comment

18 − dieci =

CONTATTACI